Cart 0

Come scegliere il cappotto?

a uovo cappotto cappotto a vestaglia mantella

Il cappotto, si sà,  è il capospalla chiave di queste ultime stagioni invernali. Un grande ritorno che ha messo fine ad una lunga supremazia, quella del piumino. Il cappotto s'indossa sempre: dal tempo libero alle cerimonie. A uovo, maschili, extra long,a mantella o ad accappatoio: le forme sono infinite e le più fashioniste di voi ne avranno uno per modello. Ma se dovessimo sceglierne uno per accompagnarci in questo fall/winter 2018 su quale investiremmo? 

Prima cosa da valutare è come ci sta un modello. Uno dei must have di quest'anno lo vorrebbe lunghissimo, fino alla caviglia. Questa tipologia sta bene, però, a donne dal metro e 68 in su. Se l'altezza non è dalla vostra meglio una finanziera a metà coscia oppure un  modello classico al ginocchio. 

Il cappotto a vestaglia,un altro grande trend di quest'anno, sta bene a donne di tutte le altezze ma non troppo robuste. Per chi ha forme burrose e morbide è sempre consigliabile sfinare la figura con modelli sciancrati o dritti che slanciano. 

Le mantelle sono da evitare se si hanno fianchi abbondanti, la maggior parte dei modelli arriva proprio nel punto critico e rischia di sottolineare inutilmente un difetto che si può mascherare senza grandi accorgimenti. 

Il modello a uovo e quello maschile mettono tutte d'accordo non ci sono particolari incovenienti sono ormai dei classici, molto casual, da sfoggiare con grande facilità. 

Una volta scelta la forma attenzione anche ai colori. Non lasciatevi convincere dal falso mito che il nero sta bene a tutte. 

Se volete un cappotto scuro e avete più di 60 anni nero e grigio antracite sono da evitare. Mettono in risalto la pelle non particolarmente luminosa e omogenea. Meglio il blu o il melanzana. 

Per le donne o ragazze più giovani l'attenzione va posta al colore dei capelli e all'incarnato. 

Per le bionde via libera a tutti i colori più scuri come nero, grigio fumo, marrone, viola e blu. Se non avete la pelle troppo chiara potrete serenamente sfoggiare anche tutti i toni della terra dal tortora al sabbia. Attenzione a rossi e arancioni da indossare con cautela a seconda delle occasioni. Più semplice da indossare per una bionda il bluette se si vuole un colore accesso da portare con disinvoltura tutti i giorni. No deciso al rosa e al verde bandiera, meglio un verde bottiglia. 

Per le more sì a tutti i colori accesi. Starete benissimo anche con le tonalità pastello. Più attenzione alle nuance scure. Il nero non vi darà alcun problema anzi. Ma da evitare assolutamente il grigio scuro, tutti i toni del viola. I marroni si, ma con alcune precisazioni. Cioccolato, cuoio e cammello perfetti. Evitate tortora e beige. Per chi se la sente il bianco e l'avorio vi daranno un tocco angelico di grande effetto.

A dispetto di quanto spesso si creda non ci sono limitazioni per le fortunate rosse di capelli a cui sta bene tutto. 



Older Post Newer Post